Da cameriere al mondo dei mercati finanziari. Vuoi sapere come ho fatto?

Mi chiamo Dario, ho 34 anni e faccio il trader online

In passato sono stato la disperazione dei miei genitori, non mi piaceva andare a scuola, non volevo partecipare alle lezioni di sport, non volevo fare niente di strutturato. Erano più le volte in cui litigavo tutto il giorno con i miei genitori che quelle in cui andavo a scuola.

Morale della storia? A 16 anni ho iniziato a lavorare come cameriere in un grande ristorante. A 16 anni fare il cameriere è un ottimo lavoro: si guadagna abbastanza per potersi divertire, l’orario di lavoro ti permette di dormire la mattina e lavorare alla sera, la notte è tutta da vivere dopo la mezzanotte.

 

Poi crescendo le cose cambiano, si hanno necessità diverse e si comincia a pensare che forse i genitori non avevano tutti i torti quando pensavano di fornirti un’istruzione degna.

Io, però, sono sempre stato un pochino contro corrente, e l’idea di rimettermi a studiare in una scuola a venticinque anni mi sembrava davvero un’assurdità.

Ho studiato trading da autodidatta

Al giorno d’oggi per fare soldi c’è un solo modo: internet. Ho iniziato a cercare su internet tutti i modi possibili ed immaginabili per poter guadagnare soldi online. Mi sono imbattuto in ogni tipo d’offerta, alcune che sembravano più valide di altre, alcune che mi sono parse delle vere assurdità.

Ad un certo punto della ricerca mi sono imbattuto nel trading online. Vi dico chiaramente che all’inizio non sapevo nemmeno di che cosa si stesse parlando, per me la borsa mercati era solo una cosa di cui parlavano, in modo incomprensibile, alla fine del telegiornale.

L’idea di fare soldi da casa però mi piaceva, e molto, soprattutto perché a quell’epoca avevo perso il lavoro nel ristorante storico in cui lavoravo, e riuscivo a lavorare solo part-time in qualche bar.

Ho iniziato a studiare online tutto quello che si poteva trovare in materia di trading, qualsiasi cosa, in modo sistematico, fino a capire come realmente funzionava la cosa.

Per fare il mio primo investimento ho investito parte dei soldi che mi spettavano con la liquidazione.

L’emozione del primo guadagno sul trading non ha prezzo

Il primo investimento è stato incredibile. Ho acquistato delle azioni di Google, per la verità più pensando all’aspetto “simpatia” che informandomi sulle potenzialità. Quando le ho rivendute ne ho guadagnato un bel gruzzoletto, ma soprattutto la mia autostima è salita alle stelle e mi ha permesso di scegliere per il meglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *